Mio nonno Aldo Moro.pdf

Mio nonno Aldo Moro PDF

Luca Moro

Mio nonno Aldo Moro, il libro che Luca, il nipotino adorato, diventato adulto, ha scritto sul pensiero del nonno è importante oltre il valore della testimonianza, perché è un testo accessibile a molti sul tema difficile della spiritualità delluomo Moro. È un libro completamente diverso dagli altri innumerevoli volumi, che sono stati pubblicati nei 38 anni, che ci separano dalla morte orrida e ingiusta di una persona buona, innocente e mite. Quasi tutti i libri trattano infatti della morte o del caso Moro o inneggiano agli autori. Sono davvero pochi i libri che intendono ricostruire la verità o tramandare la bellezza di una figura straordinaria che ha illuminato il nostro tempo. Luca vuole descrivere il nonno e, pur non essendo uno scrittore, si esprime con la superiore forza dellamore. In copertina cè lultima foto normale scattata ad Aldo Moro, insieme al nipotino, che Maria Fida, la mamma di Luca, ha fatto per finire un rullino il 15 marzo 1978 (il giorno precedente il sequestro). Cè un presagio in quella foto evocativa e dolente perfetta per essere lemblema di un testo amorevole, impregnato di sconfinato dolore, struggente ma non disperato.

"Mio nonno Aldo Moro", il libro che Luca, il "nipotino adorato", diventato adulto, ha scritto sul pensiero del nonno è importante oltre il valore della testimonianza, perché è un testo accessibile a molti sul tema difficile della spiritualità dell'uomo Moro. È un libro completamente diverso dagli altri innumerevoli volumi, che sono stati pubblicati nei 38 anni, che ci separano dalla morte

7.24 MB Dimensione del file
8899290245 ISBN
Gratis PREZZO
Mio nonno Aldo Moro.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.pronatec2016.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

27 nov 2017 ... RIETI - “Mio nonno Aldo Moro” è il titolo del libro scritto dal musicista e cantante Luca Moro, nipote del noto politico, accademico e giurista ...

avatar
Mattio Mazio

Il nipote di Aldo Moro, Luca, scrive al segretario del Pd Matteo Renzi per invitarlo a sostenere la petizione con la quale si chiede il riconoscimento dello status di vittima del terrorismo anche al nonno Aldo. Paradossalmente lo statista Dc, ucciso dalle Brigate rosse il 9 maggio del 1978, non e’ ufficialmente riconosciuto quale vittima […]

avatar
Noels Schulzzi

Mio nonno Aldo Moro libro Moro Luca edizioni Ponte Sisto collana Politicamente , 2016 . € 12,50. € 11,88-5%. Morte di un presidente. Quello che né lo Stato né le BR hanno mai raccontato sulla prigionia e l'assassinio di Aldo Moro libro Vi racconto mio nonno Aldo Moro Quarant'anni fa, il nove maggio del 1978 nel bagagliaio di un'auto parcheggiata in via Caetani a Roma veniva ritrovato il corpo senza vita di Aldo Moro. Luca ha il cognome del nonno, ed è l'unico nipote che lo statista abbia mai conosciuto.

avatar
Jason Statham

9 mag 2020 ... Mio carissimo Luca, non so chi e quando ti leggerà, spiegando qualche cosa, la lettera…

avatar
Jessica Kolhmann

Sapevo che Aldo Moro fosse nato nella città di Maglie, in provincia di Lecce. O almeno così credevo. In tanti, molti, troppi affermano che Aldo Moro sia nato nella vicina Galatina e poi fu dato in adozione a una famiglia bene di Maglie. Così, come riporta la signora Loredana: “Mia nonna mi ha raccontato questa… 1. Le tre cerimonie, i due corpi del re Il modo migliore per raccontare questa storia è cominciare dalla sua fine, ossia dalla descrizione dei solenni funerali di Aldo Moro, officiati il 13 maggio 1978 dal cardinale vicario di Roma, Ugo Poletti, nella basilica di S. Giovanni in Laterano alla presenza di Paolo VI. Il papa, stanco e sofferente, vuole «in questo modo onorare la memoria dello