Cremona sotto le bombe! Incursioni aeree sul territorio cremonese.pdf

Cremona sotto le bombe! Incursioni aeree sul territorio cremonese PDF

Agostino Alberti, Stefano Merli

Il volume presenta le varie fasi della campagna di bombardamenti aerei condotta dagli Alleati contro il territorio cremonese nel 1941-45. Per la prima volta, grazie alla documentazione reperita presso archivi statunitensi e britannici, è stato possibile ricostruire una per una, le incursioni subite da Cremona, Casalmaggiore, Crema, Pizzighettone, Piadena, Soresina, Solicino, Robecco, Viadana e da altri centri minori della provincia e dare unidentità agli autori degli attacchi.

E Cremona fu bombardata | MONDO PADANO.it Ora un libro di eccezionale interesse storico "Cremona sotto le bombe: incursioni aree sul territorio cremonese" di Agostino Alberti e Stefano Merli, con la collaborazione di Luca Merli, Matteo Annoni e Diego Vezzoli, pubblicato da IBN Editore, fa luce su quel periodo storico e sul pesante contributo in terminii di vite umane che anche la Incursioni aeree sul territorio cremonese Ora un libro di eccezionale interesse storico "Cremona sotto le bombe: incursioni aree sul territorio cremonese" di Agostino Alberti e Stefano Merli, con la collaborazione di Luca Merli, Matteo Annoni e Diego Vezzoli, pubblicato da IBN Editore, fa luce su quel periodo storico e sul pesante contributo in terminii di vite umane che anche la

6.97 MB Dimensione del file
8875652066 ISBN
Cremona sotto le bombe! Incursioni aeree sul territorio cremonese.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.pronatec2016.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

bombe effettuato sul territorio comunale tra il luglio del 1944 e l’aprile del 1945, poiché egli registrò con estrema precisione i morti, i feriti e le infrastrutture danneggiate dalle incursioni aeree. Inoltre, veniamo a conoscenza che nell’arco di due anni, per ben trentasette giorni, seppur non consecutivi, la città, LA MOSTRA – Saranno esposti pannelli recanti fotografie aeree scattate da aerei Alleati sul nostro territorio, fra il 1944 ed il 1945. Si va dal bombardamento del ponte ferroviario sull'Oglio di Soncino, ripreso letteralmente “sotto le bombe”, a immagini aeree di Cremona, Crema, Pizzighettone, Casalmaggiore, Soresina.

avatar
Mattio Mazio

CREMONA SOTTO LE BOMBE Non mancarono, come emerge scorrendo la cronologia degli attacchi, incursioni operate da reparti britannici, francesi e brasiliani ma i veri protagonisti della guerra aerea sul territorio cremonese furono aviatori ed aeroplani statunitensi.

avatar
Noels Schulzzi

Il Vicentino sotto alle bombe p. 33. Soldati italiani ... cembre 1922, i quali hanno il domicilio legale nel territorio di questo comu- ... esistono due statue sul monumento dei caduti della Grande Guerra (Bre- ... nate dentro un bossolo di bomba” (Thiene). ... il pranzo fu interrotto quattro volte per le incursioni aeree e ha passato.

avatar
Jason Statham

CREMONA SOTTO LE BOMBE Non mancarono, come emerge scorrendo la cronologia degli attacchi, incursioni operate da reparti britannici, francesi e brasiliani ma i veri protagonisti della guerra aerea sul territorio cremonese furono aviatori ed aeroplani statunitensi.

avatar
Jessica Kolhmann

Ora un libro di eccezionale interesse storico “Cremona sotto le bombe: incursioni aree sul territorio cremonese” di Agostino Alberti e Stefano Merli, con la collaborazione di Luca Merli, Matteo Annoni e Diego Vezzoli, pubblicato da IBN Editore, fa luce su quel periodo storico e sul pesante contributo in terminii di vite umane che anche la nostra provincia, che pure non subì distruzioni