Persistenze ed evoluzione del popolamento in area centro-italica in età antica. Il caso del vicus di Nersae.pdf

Persistenze ed evoluzione del popolamento in area centro-italica in età antica. Il caso del vicus di Nersae PDF

Flaminia Verga

Il Cicolano o valle del Salto, per la sua ubicazione strategica, ha da sempre rivestito un ruolo notevole di collegamento allinterno dellItalia centrale e il suo territorio (ager Aequiculanus), da cui deriva il nome lantico popolo che lo abitava, gli Equicoli, è connotato da un notevole patrimonio archeologico che fin dallOttocento fu oggetto di attenzione. Linizio degli anni ottanta del Novecento ha poi conosciuto una ripresa delle indagini e degli studi: fra questi, importanti quelli relativi allantico abitato di Nersae, un vicus che conobbe un notevole processo di urbanizzazione fra I secolo a.C. e I secolo d.C. e che viene ricordato anche da Virgilio nel VII libro dellEneide. Di Nersae e del suo comprensorio, questo volume presenta i risultati delle più recenti ricerche archeologiche e topografiche, senza trascurare tutta la possibile documentazione offerta sia dalle fonti antiche, sia dalle scoperte archeologiche note da tempo. Lopera costituisce quindi una tappa importante per la conoscenza della strategia insediativa delle popolazioni italiche in area sabellica, e più specificamente della nuova organizzazione territoriale che investe gli antichi abitati ed il loro territorio dopo la conquista di Roma, che impone nei territori occupati dalle popolazioni dellarea centro italica una nuova organizzazione e nuovi sviluppi.

Earle, Jason W.: 2014.08.34: Thomas F. Tartaron, Maritime Networks in the Mycenaean World.; 2013.12.37: Caroline Sauvage, Routes maritimes et systèmes d’échanges

2.78 MB Dimensione del file
8862274017 ISBN
Persistenze ed evoluzione del popolamento in area centro-italica in età antica. Il caso del vicus di Nersae.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.pronatec2016.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Persistenze ed evoluzione del popolamento in area centro-italica in età antica: il caso del vicus di Nersae. Mediterranea. Supplemento, 7. Civiltà arcaica dei ... Jan 1, 2012 ... ... De polygonis numeris. Introduzione, testo critico, traduzione italiana e commento. ... Liège: Centre International d'Étude de la Religion Grecque Antique , 2011. 383 p. € 40.00 (pb). ... Persistenze ed evoluzione del popolamento in area centro-italica in età antica: il caso del vicus di Nersae. Mediterranea.

avatar
Mattio Mazio

Persistenze ed evoluzione del popolamento in area centro-italica in età antica : il caso del vicus di Nersae / Flaminia Verga ; con un contributo di Alessandro De Luigi. Verga, Flaminia. 9788862274029

avatar
Noels Schulzzi

Persistenze ed evoluzione del popolamento in area centro-italica in età antica. Il caso del vicus di Nersae, con un contributo di Alessandro De Luigi, 2011, pp. 108. «MEDITERRANEA» · SUPPLEMENTI Diretta da Filippo Delpino

avatar
Jason Statham

Contributo dell'archeologo Alessandro De Luigi – Equi ed Equicoli tra storia e archeologia – tratto da “Persistenze ed evoluzione del popolamento in area centro-italica in epoca antica: il caso del vicus di Nersae” di Flaminia Verga, 2011 ... In questa zona sorgeva l'altro municipio di età romana, quello della Res Publica ... 16 lug 2018 ... ... storia e archeologia – tratto da “Persistenze ed evoluzione del popolamento in area centro-italica in epoca antica: il caso del vicus di Nersae” ...

avatar
Jessica Kolhmann

In ogni caso, è possibile che una funzione pubblica di passaggio del varco della c.d. posterula si mantenesse ancora in età tardo-medievale, quando le strutture antiche furono inglobate in un vasto ambiente coperto da volte a crociera su pilastri e dotato, verso valle, di un ampio accesso architravato, protetto da un arco ribassato, per una luce di ben 2,80 metri (fig. 2, po): ciò si