Dopo il Kosovo. Le guerre nei Balcani e la costruzione della pace.pdf

Dopo il Kosovo. Le guerre nei Balcani e la costruzione della pace PDF

Giulio Marcon

Sfortunatamente, oggi, domenica, 26 agosto 2020, la descrizione del libro Dopo il Kosovo. Le guerre nei Balcani e la costruzione della pace non è disponibile su sito web. Ci scusiamo.

Dopo il Kosovo. Le guerre nei Balcani e la costruzione della pace è un libro di Marcon Giulio pubblicato da Asterios nella collana Lo stato del mondo, con argomento Kosovo; Guerra della ex-Jugoslavia - … Le guerre nei Balcani e la costruzione della pace Asterios). Come presidente del Consorzio Italiano di Solidarietà, la principale organizzazione non governativa italiana impegnata nei Balcani, e testimone oculare per tutti gli anni Novanta di quanto accaduto nella ex-Jugoslavia, Marcon è la persona più indicata a esporre la prospettiva teorica e pratica del movimento per la pace.

7.58 MB Dimensione del file
8886969309 ISBN
Dopo il Kosovo. Le guerre nei Balcani e la costruzione della pace.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.pronatec2016.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

• Maniscalco Fabio - Kosovo e Metohija 1991-2000 - Massa, Napoli 2000 • Marcon Giulio - Dopo il Kosovo. Le guerre nei Balcani e la costruzione della pace - Asterios, Trieste 2000 • Mennitti D. (a cura di) - I percorsi del cambiamento - Ideazione, Roma 1999 • Martucci Donato (a cura di) - I Kanun delle montagne albanesi - Pagina, Bari 2010

avatar
Mattio Mazio

• Maniscalco Fabio - Kosovo e Metohija 1991-2000 - Massa, Napoli 2000 • Marcon Giulio - Dopo il Kosovo. Le guerre nei Balcani e la costruzione della pace - Asterios, Trieste 2000 • Mennitti D. (a cura di) - I percorsi del cambiamento - Ideazione, Roma 1999 • Martucci Donato (a cura di) - I Kanun delle montagne albanesi - Pagina, Bari 2010 Le operazioni Nato nei Balcani vollero essere un test per dimostrare e provare l’efficienza di una nuova Alleanza per la pace. Il Kosovo fu il teatro di un nuovo modo di combattere, volto a ridurre al minimo le perdite e ad accorciare i tempi nel raggiungimento di obiettivi …

avatar
Noels Schulzzi

2 ott 2009 ... piena stabilizzazione e inclusione nei processi di integrazione europea. ... dalla Serbia rimangono forti tensioni tra la comunità serba e quella albanese e lo ... Bosnia di aderire al Partenariato per la Pace, il programma di ... La stabilizzazione dei Balcani dopo le guerre degli anni '90 è ancora da compiersi. 30 lug 2015 ... Nel corso della conferenza di pace svoltasi a Londra a inizio 1913 la diplomazia ... Dopo un arretramento iniziale, l'esercito serbo, sostenuto da montenegrini e ... La Seconda Guerra Mondiale e il ritorno di Mosca nei Balcani ... otto distretti della Serbia storica meridionale e orientale e parte del Kosovo; ...

avatar
Jason Statham

E questa è l'immagine della nostra prima sera a Srebrenica, agosto 2012. ... come elemento fondativo di costruzione e coesione di ogni ... Nel 1390, dopo la sconfitta a Kosovo ... penisola balcanica, nei secoli successivi, si troverà al centro .

avatar
Jessica Kolhmann

Dopo il Kosovo Le guerre nei Balcani e la costruzione della pace Asterios Editore Trieste. Indice Introduzione 11 Prefazione 17 Capitolo 1 23 1.1 Le origini del conflitto 23 1.2 La precipitazione della crisi 33 1.3 II gioco degli interessi locali e internazionali 46 1.4 Le conseguenze della guerra 57 Home. Kosovo. Scriveteci. NOTIZIE EST #176 - JUGOSLAVIA/KOSOVO 24 febbraio 1999. RAMBOUILLET: DOPO IL MANCATO ACCORDO. Con il fallimento di fatto della conferenza di Rambouillet, si ripete una situazione già vista in passato: le grandi potenze scaricano quelle che sono le loro colpe e le loro incapacità sugli altri e lo fanno con disprezzo.